La nuova Scuola Intersezionale di Escursionismo Appennino Tosco-Emiliano

logo scuola intersezionale

A seguito del nuovo Regolamento del CAI Centrale nasce in Toscana una nuova Scuola di Escursionismo non solo con una connotazione intersezionale ma anche interregionale considerato che si estende anche ad una Sezione dell’Emilia Romagna (Porretta Terme): inizia il suo cammino la Scuola Intersezionale Appennino Tosco Emiliano, in breve S.I.A.T.E..

L’obiettivo della costituzione non è solo quello di rispondere a quanto disposto dal CAI Centrale, la neo Scuola intende soprattutto radicarsi nelle Sezioni con personale qualificato, aggiornato nelle tecniche più attuali nel campo escursionistico, disponibile all’accompagnamento ed alla didattica, con gli stessi obiettivi e gli stessi principi nell’attività e, non di meno, legati da sani principi e valori di amicizia ed affiatamento.

Il giorno 6 aprile 2019 alcuni componenti della Sottosezione di Agliana e delle Sezioni CAI di Barga, Castelnuovo Garfagnana, Maresca – Montagna Pistoiese, Pescia e Valdinievole, Porretta Terme e Prato si riuniscono presso i locali della Misericordia di Agliana per discutere di questa novità, aderiscono al Nuovo Regolamento e pertanto ufficializzano la nascita della “Scuola Intersezionale Appennino Tosco – Emiliano”, come già detto la prima ed unica in Italia ad essere anche Interregionale.

Le prime tre cariche del Direttivo sono il Direttore della Scuola ANE Alessandro Bini, il Vice Direttore AE Giovanni Morichetti (entrambi componenti della Scuola Regionale di Escursionismo Toscana) e la Segretaria AE Francesca Caprari mentre gli esponenti del Comitato Direttivo sono per la Sottosezione Agliana l’AE Fabio Rimediotti (già Componente dell’Organo Tecnico Territoriale Operativo), per la Sezione di Barga l’AE Massimo Tardelli, per la Sezione di Castelnuovo Garfagnana l’AE Sara Gherardi, per la Sezione di Maresca – Montagna Pistoiese l’AE Sauro Begliomini, per la Sezione di Pescia e Valdinievole l’AE Mirna Migliorini, per la Sezione di Porretta Terme l’AE Fernando Neri e per la Sezione di Prato l’AE Stefano Poli. È stato poi approvato all’unanimità come invitato permanente l’AE Fabrizio Scantamburlo della Sottosezione di Agliana nella sua qualità di Componente del Gruppo Regionale Toscano, nonché Segretario dell’Organo Territoriale Tecnico Operativo.

Per il primo triennio, la Sede Fiscale della nuova Scuola è presso la Sezione CAI Maresca – Montagna Pistoiese, successivamente sarà a rotazione tra le Sezioni aderenti.
La Scuola Intersezionale Appennino Tosco-Emiliano si vanta oggi di un Organico Accompagnatori decisamente nutrito composto da un Accompagnatore Nazionale d’Escursionismo (ANE), ben 24 Accompagnatori d’Escursionismo (AE) tra i quali 15 con specializzazione per le Ferrate (EEA), 5 con specializzazione in Ambiente Innevato (EAI) e 9 Accompagnatori Sezionali (ASE).

Lo scopo di suddetta Scuola, oltre a rispondere a quanto richiesto dal CAI Centrale, è quello di stimolare le persone che hanno manifestato la volontà di far parte dell’Organico degli Accompagnatori (punto forte della Scuola), siano questi Qualificati o Titolati, ma c’è anche l’esigenza di rispondere ai tanti Soci che vogliono crescere od approfondire il proprio bagaglio culturale e tecnico dell’andare in montagna frequentando il Corso Base (E1), Avanzato (E2), in Ambiente Innevato (EAI) e i vari Corsi Monografici.

I corsi di escursionismo, nelle loro varie tipologie e difficoltà, sono rivolti ai Soci del CAI che desiderano acquisire conoscenze specifiche alla pratica dell’attività escursionistica; hanno quindi lo scopo di formare i partecipanti alla conoscenza, alla tutela ed alla frequentazione consapevole della montagna e di trasmettere, nel contempo, le nozioni culturali, tecniche e pratiche per saper organizzare in autonomia, con competenza e sicurezza, escursioni in ambiente su vari tipi di terreno e di diversi gradi di difficoltà.

La filosofia della Scuola concepisce quindi l’escursionismo come disciplina non competitiva dell’andar per monti, superando il puro e semplice approccio podistico o agonistico, per privilegiare un “camminare di qualità” fatto di cultura e consapevolezza. Non si inseguono né le performance atletiche, né le “lotte con l’Alpe”, ma si ricerca la montagna come sistema complesso di valori, che da secoli interagiscono fra loro che si possono cogliere solo con l’osservazione combinata di flora e fauna, e dei segni dell’uomo e delle culture presenti e passate. Grazie alla conoscenza della montagna e al bagaglio tecnico dei propri Accompagnatori, la Scuola si prefigge di insegnare agli allievi il corretto approccio all’ambiente alpino, così da scoprire che l’avventura genuina può essere trovata anche dietro casa.

La Scuola ha infine l’onere di formare i futuri Soci che vorranno conseguire la Qualifica di Accompagnatore Sezionale (ASE) nonché di predisporre aggiornamenti per tutti gli Accompagnatori AE facenti parte del corpo docenti affinché questi siano tutti ad un elevato ed equivalente livello tecnico, sia pratico che teorico.

Ed allora Benvenuta Scuola Intersezionale Appennino Tosco – Emiliano!!!! Con l’augurio di trasmettere a tutti i veri valori e la giusta cultura dell’andare in montagna!!!

La Segretaria della Scuola Intersezionale Appennino Tosco Emiliano

Articolo precedente

Sentiero Blu 2020

Articolo successivo

Comunicato Sezionale – 06/03/2020