Descrizione della Parete “Malaparte” sul Monte le Coste, “Spazzavento”

a cura di Stefano Cambi, Renzo Protti, Lorenzo Marchi, Sergio Pacinotti,  Alessio Narbone

 

Il Monte Le Coste,in posizione panoramica su Prato, è più conosciuto come Spazzavento, ed è la cima che domina a strapiombo i paesi di La Briglia e La Foresta. È un monte brullo e pietroso sottoposto al vento freddo di Tramontana. È famoso soprattutto per il fatto di custodire il mausoleo dello scrittore pratese Curzio Malaparte (1898-1957).I nomi degli itinerari di arrampicata si riferiscono alle opere letterarie scritte da Curzio Malaparte. I tre settori di arrampicata comprendono 18 monotiri con una lunghezza che va da 8 a 24 metri, con difficoltà dal 3c al 6a+. Per arrampicare sulle vie è necessaria una corda intera da 60 metri, 8 rinvii e va indossato il casco. Le pareti sono esposte ad Est e sono adatte in primavera, autunno e al mattino d’inverno. E’ sconsigliato frequentare la zona in periodi piovosi.

 


 

Altre Info:

Come raggiungere la parete “Malaparte”Dalla frazione di Le Sacca, a nord di Prato, vedi cartina, seguire la strada in salita e proseguire fino al termine della strada asfaltata, dove è possibile parcheggiare. Seguire la strada bianca fino ad un bivio dove iniziano le informazioni culturali sulla vita di Curzio Malaparte. Prendere la mulattiera a destra in salita, sentiero 10 del CAI, e in circa 25/30 minuti si arriva sulla cima del Monte Le Coste, dove si trova il mausoleo dedicato allo scrittore pratese.  Accesso ai settori della parete “Malaparte”Poche decine di metri prima di arrivare alla vetta, (m.508) seguire la traccia sulla destra, segnalata con “ometti” di pietra, e scendere, con molta attenzione, le ripide tracce di sentiero fino ad arrivare alla parete dove si trovano i tre settori. Utili i bastoncini.Rivolti a valle, mantenersi a destra della cresta, ad una decina di metri di distanza, e seguire le tracce di sentiero che proseguono fino al punto in cui è possibile attraversare a sinistra le rocce. Superare l’albero col cordone di sosta: a sinistra si trova il settore del Serpentone e poco sopra Spazzavento, mentre a destra si scende per una ventina di metri di dislivello e si arriva al settore Bisenzio, diviso in due lati: monte e valle. In quest’ultimo settore si trovano la maggior quantità di itinerari. (10 minuti)

 

Clicca per visualizzare e scaricare la relazione della falesia